Cerca nel blog

martedì 21 gennaio 2014

INTEGRATORI A BASE DI MELATONINA : NUOVE REGOLE

La melatonina è un ormone naturale prodotto dalla nostra ghiandola pineale a ritmi regolari.
La produzione si ha in risposta alla variazione giornaliera luce-buio e in condizioni normali assicura una buona qualità del sonno.


Dopo i 50 anni la melatonina secreta comincia a diminuire e dopo i 60 arriva ad essere la metà di quella prodotta a 20.


Oltre ad avere questa azione sul sonno, la melatonina vanta anche diverse altre attività: è un potentissimo antiossidante, quindi anti-radicali liberi, anti-invecchiamento cellulare e inoltre ha un'azione antitumorale che la pose anni fa nel centro del mirino per il suo utilizzo nelle cure del prof. Di Bella. Al contrario di questo suo ultimo utilizzo che vide la scienza spaccarsi in favorevoli e contrari, l'utilizzo degli integratori alla melatonina per aiutare il sonno è riconosciuto da anni.


 QUANDO SI USA?


I casi sono due:
per combattere il jat-lag,( quella forma di sfasamento dovuta al cambio di fuso orario)
per la fatica ad addormentarsi, soprattutto in persone over 50.


Fino al mese scorso la maggior parte degli integratori contenevano 3mg di melatonina sola o accompagnata a dei fitoterapici quali valeriana, passiflora, tiglio. Esistevano anche formulazioni da 5mg generalmente "retard" che assicuravano non solo la facilità a prendere sonno, ma anche il suo mantenimento nel tempo.


Poi all'improvviso, uno dopo l'altro, questi integratori sono spariti.


Come farmacista devo dire che una comunicazione precisa sul perché ciò sia successo non l'ho ricevuta quindi sono andata a documentarmi.
Inizialmente si disse che il 5mg veniva tolto dal commercio in quanto inutile.
Presto cominciarono a diventare irreperibili anche le formulazioni da 3 mg.




La mia ricerca assidua sull'argomento è stata richiesta dalla moltitudine di clienti che, facendone abitualmente uso traendone beneficio, si lamentavano della sua irreperibilità


Ora posso dare una risposta.


La UE (unione europea), in seguito ad una riunione di revisione in cui ha stabilito nuove regole per integratori e farmaci, ha stabilito che la melatonina possa rientrare nella categoria integratori solo se al massimo 1mg (dosaggio previsto per favorire il sonno, 0,5mg è il dosaggio per il jet lag).
Tutti gli integratori con dosaggio superiore rientreranno nella categoria farmaco su prescrizione medica ripetibile in fascia C (ricetta bianca a pagamento per intenderci).
 Il problema è che per fare questo le ditte hanno dovuto smaltire tutte le confezioni e per poter rimettere in commercio una melatonina da 3mg dovranno rifare tutto , apporre le dovute avvertenze, riformulare il foglietto illustrativo, richiedere l'autorizzazione per l'immissione in commercio ( e non è detto che gli venga data)
Tutto ciò dal 31 dicembre.


Mah, mi sa tanto che le ditte che producono benzodiazepine ci hanno messo lo zampino!!!


Comunque se volete aumentare la produzione naturale di melatonina...
no alcool
no fumo
no caffeina
no tranquillanti
no antiinfiammatori


prima di coricarvi


è utile invece assumere vitamina b6


E..abbiate un attimo di pazienza.

1 commento:

  1. mentre le ditte sono bloccate dalla burocrazie, si può sempre proporre al cliente di farsi prescrivere una preparazione magistrale.. ;)

    RispondiElimina