Cerca nel blog

lunedì 9 dicembre 2013

I GELONI

Con l'arrivo del freddo, molti di voi cominciamo a dover combattere un fastidiosissimo problema: i geloni. Il nome scientifico è eritema pernio. Compaiono in tutte le zone esposte al freddo dove la circolazione è più rallentata: le mani, i piedi, il naso, le orecchie, il mento...(...si, anche lì!)

Parliamo nello specifico di quelli delle mani.

Come riconoscerli?
All'inizio le mani sono semplicemente arrossate o screpolate, ma in alcune aree, soprattutto vicino alle articolazioni possono gonfiarsi e diventare bluastre. In altri casi sono delle chiazze simili a capillari rotti che fanno veramente male! Sembra di avere degli spilli infilati nelle dita!!!

La cosa migliore è prevenirli.

Come?
  • Evitando bruschi sbalzi di temperatura
  • non esponendosi al freddo con le mani umide
  • portando guanti di lana 
  •  massaggiando spesso le mani per riattivare la circolazione.
  • Anche l'improvviso caldo dopo il freddo è sconsigliato!
  • Bere molto acqua per tenere idratata la pelle e fare attività fisica per migliorare la circolazione

Come li possiamo curare?
Integratori che migliorano la circolazione  a base di mirtillo o vite rossa.
Creme agli olii essenziali di timo, calendula, rosmarino, aloe da massaggiare prima di esporsi al freddo.
(in particolare ne ho provata una che si chiama GELO PHYTO di Vital factors, contiene olii di ginepro, rosmarino, timo, oltre a mirto e calendula, è molto emmolliente e un po' di sollievo lo dona, certo, meglio usarla per prevenire..)
Può aiutare anche mettere in infusione delle foglie di salvia e poi immergere le mani per una decina di minuti nell'infuso tiepido.
Un rimedio della nonna è strofinare l'alcool etilico...serve a riattivare la circolazione.

quando proprio non se ne può più una crema al cortisone messa la sera prima di coricarsi risolve il problema per un po', ma poi bisogna ricordarsi tutte quelle cose che ho elencato sopra.....ALTRIMENTI RITORNANO!!!

Nessun commento:

Posta un commento