Cerca nel blog

sabato 9 novembre 2013

RAGADI DELLE DITA

Cosa sono le ragadi.
Sono dei taglietti più o meno profondi che in genere colpiscono la parte vicina all'unghia. Sono molto dolorosi perché non riguardano solo l'epidermide, ma interessano lo strato più profondo, il derma.
Il tessuto è molto vascolarizzato e ricco di terminazioni nervose quindi FANNO MALISSIMO!!!

Che rimedi ci sono?

Il primo ed essenziale è tenerle il più pulite possibile. Se non circolano troppi batteri, guariranno prima. Questo non significa lavare spesso le mani, perché il continuo contatto con l'acqua peggiora le cosa. Basta tenerle disinfettate e non esposte ( con un cerottino )

......ma questo non basta.


TENERE IDRATATO:  una buona crema per le mani, della vaselina.....

.....ma non basta nemmeno questo

se vogliamo affidarci alla fitoterapia o all'omeopatia il rimedio migliore è la CALENDULA in pomata, che oltre a lenire ha ottime proprietà cicatrizzanti.
Un'alternativa è il gel all'ALOE, oppure l'OLIO DI MANDORLE ( che è ottimo anche per le ragadi al seno)

I prodotti in commercio tipo RHAGADIL creano un film protettivo tipo cerotto spray, se la ragade non è molto profonda funzionano bene.

Se invece preferite un farmaco...

il CORTISONE in pomata aiuta a togliere il dolore e chiude la ferita, l'unico rischio è che  la ragade ricompaia appena si sospende l' utilizzo, infatti secca molto la pelle e non "cura", allevia solo i sintomi. Meglio un cicatrizzante antibiotico tipo CICATRENE o CONNETTIVINA PLUS.

Funzionano benissimo i preparati alla vitamina E tipo VEA LIPOGEL (un po'costoso) o quelli con la vitamina A tipo DERMOVITAMINA.

In tutti i casi. Applicate la crema che avete prescelto la sera prima di andare  a letto, magari unita a della vaselina, chiudete il tutto con la pellicola da cucina o con un guanto di cotone  e andate a dormire: la mattina successiva una  buona crema per le mani, magari filmizzante, come quella di nutralitè fim hand e ....cercate di non prendere troppo freddo !    :)))

Nessun commento:

Posta un commento